LOADING

Blog

Kortimed tra passato e futuro: intervista al Presidente Marco Corti

12 novembre 2020

ALIS Channel ha intervistato Marco Corti, fondatore e titolare di Kortimed. Il racconto ci porta agli albori dell’azienda, quando l’attività si basava su un solo camion e tanti sacrifici.

Ripercorriamo insieme la strada dagli anni ‘80 al passaggio generazionale, fino alla recente e imprevedibile pandemia.

 

Da zero a uno: il primo mezzo della flotta

Prima di trasformarsi in Kortimed, l’azienda aveva lo stesso nome del suo fondatore, che per un periodo è stato l’unico autista.

Senza nessun vissuto imprenditoriale in famiglia, Marco Corti ha avviato un’attività il cui core business è sempre stato il trasporto di olio. Gli sforzi dei primi anni hanno permesso a Corti di ampliare l’attività e costruire una vera e propria flotta di mezzi.

 

Alla conquista del Mediterraneo

Nel 2005 la Marco Corti s.r.l si evolve in Kortimed. Il suffisso -med sta a indicare il Mediterraneo, ossia il campo d’azione che l’azienda ha conquistato negli anni.

L’apertura delle autostrade del mare è stata cruciale per lo sviluppo di Kortimed, che ha ampliato la propria struttura organizzativa, aprendo anche alcuni servizi interni a terzi.

Quando l’epidemia di Covid-19 ha travolto l’Italia, l’apprensione più forte è stata verso gli autisti che dovevano viaggiare verso le zone più colpite. Anche nelle avversità il servizio è stato garantito, tanto che alcuni clienti hanno inviato messaggi di ringraziamento e di stima.

 

Prospettive per il futuro

Con uno sguardo verso il futuro, il presidente Corti espone le prospettive per l’azienda e il settore.

“Quello che vediamo adesso non è la realtà del settore trasporti. Ben vengano gli incentivi, ma le aziende devono crescere e non dipendere dai sussidi.”

L’adesione all’associazione ALIS riflette il desiderio di Kortimed di diventare un’azienda sempre più sostenibile, sfruttando le nuove tecnologie.

In chiusura, interviene il figlio di Marco Conti, Alessandro, protagonista del ricambio generazionale all’interno dell’azienda. Abbiamo imparato che il futuro può essere ambiguo e inaspettato, perciò la priorità rimane quella di dare il 100% oggi.

Guarda la video intervista completa

"Progetto 'K.I.S.S.' finanziato nel quadro del POR FESR Toscana 2014-2020"